03-04-05/06/09

ero su questo treno, e andava, andava col vento
ed era una meraviglia
e poi non era più un treno ma solo una linea su cui scivolavo
ed era una bellezza
poi si é sbriciolato al sole
ma ha continuato a essere bello per una decina di minuti
prima che tornassi sulla terra o Venere

(…)

fingere l’allegria nelle fotografie mi nausea
appiattiti a un solo disco che gira e gli ultimi bagliori di lampadine morte
la sera noi fuggiamo alla festa disperata
in fondo chiedevamo davvero poco per tirare avanti
niente più che gli avanzi del cielo caduto in disgrazia

(…)

È vero, ci si identifica spesso con la parte peggiore di sé. Forse perché nelle foto a scuola dicono di sorridere. Essere davvero triste, che non é piangersi addosso – che é invece esibizione orgogliosa –  lo si nasconde, é senso di colpa e vergogna e incertezza su ogni istante, ed é così che si crea l’equivoco. Tutto quello che non puoi dire perché non piace l’angoscia, la confusione e il silenzio diventa autentico, e i sorrisi, la gioia del mattino e la fiducia nella terra su cui si cammina uscendo di casa diventano bugie, le maschere che si indossa, e una smorfia sarcastica li accoglie al loro arrivo.

Tutte le cose nascoste, le intermittenze nella grana che impediscono la coincidenza con l’altro paiono uniche e irriproducibili rispetto alla superficie liscia su cui ci si unisce al mondo, il sorriso falso che scalda il cuore nelle foto da bambini. Il fraintendimento é aver avuto sempre paura di mostrare quelle irregolarità nei pavimenti fino al mutismo; arrivando a fare del fallimento e dell’autodistruzione l’unico gesto onesto che puoi fare nei confronti di te stessa, l’unico per poter parlare.

fuggo dall’equivoco di anni su me stessa e cosa pensavo mi rendesse vera. quella strana e anarchica bellezza della percezione, anche quella é metro della mia verità. tutto ciò che ho chiamato bello mi ha fatto.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...