18/09/11

Visto che mi ha svegliato una cover band monocorde degli Oasis

Non ho mai capito che bellezza ci fosse a dire

Maybe you’re the same as me
We see things they’ll never see

Complicità nella solitudine elevata a rara dote? Invece io spero proprio che loro le vedano, prima o poi, quelle immagini che hanno albeggiato nel mio cervello, per non rimanere una scatola a sorpresa dimenticata su uno scaffale troppo alto di un negozio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...