11/11/08

Ti chiedo perdono se invece di fotografare i volti per strada intrappolo con le pinze le galassie ribelli in ferie interstellari, luoghi dove andare in vacanza nello spazio in cui le palpebre sbattono
gettando a gran velocità nell’etere gli stanchi viandanti addormentati di colpo durante le soste ad aspettare il bus

e pensavo che siamo come sopravvissuti di Fahrenheit 451, tentando di trattenere il più possibile le parole, impotenti di fronte a esplosioni avvenute prima della nostra nascita,
a spogliarci a far l’amore cadranno le foto ingiallite, le sgranature di delicata seppia, le pile di fogli accumulate e accartocciate per far più spazio nelle tasche, forse faremo l’amore sdraiati su immagini di milioni di anni fa come se non fossimo mai stati altro che fiori spuntati ora dalle macerie.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...