Il pezzo mancante – Giovanni Piperno (2010)

1203

Certi film nascono dalle idee; altri sono il miracoloso prodotto della capacità umana di costruire proprio partendo da quello che non c’è. Ne Il Pezzo Mancante Giovanni Piperno si trova ad affrontare un tema di enorme importanza – le vicende pubbliche e private di una delle famiglie, gli Agnelli, che più hanno condizionato la storia del nostro paese – sprovvisto di qualunque mezzo adeguato alla realizzazione del progetto. Se infatti molti dei possibili interlocutori sono oggi oramai scomparsi, a gravare sulla riuscita del film concorre anche la scelta perentoria degli altri membri della famiglia a non collaborare col regista. Tale difficoltà si è però straordinariamente mutata in opportunità, e su questo vuoto di parole e ricordi Piperno ha impostato i termini della sua narrazione. Racconto che rimanda di continuo al rimosso, al celato, Il pezzo mancante sceglie consapevolmente di sostituire quella sistematica griglia di fatti storici e rivelazioni che non può permettersi di delineare, con un intreccio di piccoli aneddoti, foto, sensazioni inespresse, intuizioni solo suggerite.

La storia degli Agnelli è la storia dell’Italia del  ‘900, pertanto i filmati d’epoca delle fabbriche si trasformano in filmini familiari davanti ai quali lo spettatore è invitato a sedersi e guardare con lo stesso spirito con cui sovente si sfogliano gli album di famiglia. Quel pubblico ricordo, ci suggerisce Piperno, è il personale di ognuno di noi che sommandosi ha prodotto il passato secolo; e ancor più sottilmente, le latenze che hanno contraddistinto la famiglia Agnelli preludono ad un rimosso che avvelena tuttora la stessa storia italiana. Due in particolare, le tragedie dimenticate: la misteriosa vicenda del fratello dell’Avvocato, Giorgio, morto dopo diversi anni in una clinica psichiatrica e accortamente lasciato cadere nel dimenticatoio per decenni;  poi il dramma del figlio Edoardo, marchiato come il suicida – muore nel 2000 lanciandosi da un cavalcavia – il diverso, il viaggiatore. Le immagini e le parole che ritraggono questo uomo colto e raffinato dalla voce pacata, non sono assolutamente sufficienti a spiegare la sua storia, la tragedia, eppure continuano a scorrere nella loro impotenza, raccontando di uno spazio sommerso al cui interno si agitano storie mai rivelate.

Documentario nel vero senso della parola, ma anche inedito esperimento, Il Pezzo Mancante si fa portavoce di una volontà quantomeno onerosa : non raccontare l’assenza – progetto impossibile per definizione –  ma semplicemente sottolinearla, portarla alla luce come dato di fatto, quale doverosa consapevolezza di quel rimosso che si nasconde tra le pieghe dei ricordi di questo paese. Non tutto è stato detto, ma non per questo per questo scompare, anzi, rimane in profondità; e il suono del brulichio delle parole che attendono di essere ascoltate è l’unico sottofondo che al giorno d’oggi ci concediamo di udire.

From SupergaCinema

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Articoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...