Tango Libre – Frederic Fonteyne (2012)

Immagine

(Edit: l’uscita del film è stata spostata al 13/02/14)

Alice entra nella vita di JC con un sorriso appena accennato e due gambe lunghe lunghe sotto una gonna sottile. Siamo a un corso di tango, e tocca proprio all’uomo aprire le danze con la nuova arrivata, i passi impacciati per l’emozione di due occhi che lo fissano ridendo. JC è una guardia carceraria, conduce una vita ritirata ma si concede una volta alla settimana di imparare a ballare provando poi fra sé e sé di fronte a un pranzo solitario le mosse appena apprese. Nel tango è l’uomo che guida la donna ma è JC che si fa rapire dal mistero di Alice, che non solo riappare in veste di visitatrice del carcere, ma conduce apertamente un doppio rapporto ambiguo e parallelo con il marito Fernand e l’amante Dominic: entrambi rinchiusi in prigione con lunghe pene da scontare, entrambi presi da lei e dal figlio quindicenne già in odore di ribellioni adolescenziali e risse coi coetanei. L’attrazione che JC prova nei confronti di Alice è frutto dei momenti in cui ballano insieme, lei persa nella danza, lui troppo attento alla tecnica e a non pestarle i piedi, ma quando Fernard decide di farsi insegnare il tango da un compagno di galera argentino (il vero ballerino Mariano Chico Frumboli) per poter una volta libero volteggiare con la moglie, un gran numero di detenuti nel carcere viene preso da una crescente ossessione ballerina:  uomini in coppia fra loro imparano le mosse basilari e le provano e riprovano insieme, cercando evasione ma anche un nuovo senso all’esistenza fra le sbarre.

Frederic Fonteyne è un regista profondamente affascinato dal modo in cui gli esseri umani si avvicinano fra loro tramite il contatto fisico, che sia durante una conversazione, un rapporto sessuale o un giro in pista. Tango Libre è un’ulteriore esempio di come la sua filmografia insegua e metta sotto analisi tutto ciò che nasce dai gesti del corpo più banali ma riconducibili a un modo di sorridere, guardare e non guardare o sussurrare all’orecchio. Dopo il notevole Una relazione privata, in cui due sconosciuti incontratisi per scopi puramente sessuali tramite annuncio iniziavano a conoscersi – pur senza fornire informazioni personali – nel corso dei loro appuntamenti, Fonteyne non poteva che approdare nella sua ricerca narrativa alla danza e a una delle sue incarnazioni più erotiche.

Tango come seduzione, battaglia, incontro-scontro che preclude ad una rottura dei confini entro i quali ogni individuo si nasconde, lotta da cui non può che derivare una rivelazione del proprio intimo sotto forma di un’occhiata più penetrante e di mani che indugiano a lungo esplorando l’altro, con la scusa che ballare impone di stringersi.Ma danzare non è solo desiderio ma anche espressione concisa di un raggio più ampio di emozioni; e forse questa è la vera chiave dell’onestà di Tango Libre che alla lunga ne determina il valore cinematografico, con i detenuti ballerini di Fonteyne che sono la parte più esplosiva e luminosa del film. Queste ombre scure in controluce, coppie inizialmente mal assortite, dopo la prima risata di scherno acquistano un’armonia di gesti che è rinnovata gioia di vivere, orgoglio di sé espresso nella conquista della perfetta padronanza del corpo che riprende ad obbedire al pensiero. Se la danza è una forma di scrittura personale, anche le vicende tragicomiche del quartetto Alice, JD, Dominic e Fernand finiscono per collocarsi in secondo piano, sagome che si agitano fra urla e risa per concludersi in una finale, collettiva riunione di figure che si tengono fra loro, piroettano e battono il tempo con mani e piedi unendo ritmi e respiri; perché a volte anche il cinema stesso è solo una scusa per ballare.

Da PointBlank

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Articoli, Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...