Much Loved – Nabil Ayouch (2015)

much-loved

Much Loved arriva nelle sale italiane preceduto da un coro di polemiche che, come al solito, invece di spingere la gente a disinteressarsene l’ha portata a dargli più attenzione. Censurato in patria (Marocco), il film di Nabil Ayouch, sin dalla proiezione al festival di Cannes ha comportato per il suo regista e e i suoi interpreti minacce di morte, aggressioni e l’obbligo di muoversi costantemente accompagnati da guardie del corpo: per scatenare una vera campagna d’odio è bastato mostrare il retroscena della vita notturna marocchina, fatta di festini sguaiati, orge, alcool e sesso sfrenato. Noha, Soukaina e Randa sono tre amiche che condividono l’appartamento e il mestiere di prostituta. Noha, la più esperta del trio, conta profondamente sulla sua abilità professionale e la sua esperienza per aiutare economicamente una famiglia che la rifiuta. Soukaina, bellissima ma succube di un’amante spiantato ed egoista, spera in un nuovo ricco cliente per migliorare la propria vita. Randa, meno incline a farsi andar bene il proprio lavoro, vive in segreto una sessualità diversa e sogna il padre lontano. Perennemente scortate agli appuntamenti notturni dal silenzioso Said, le tre donne affrontano i tipi più svariati di clienti, aggrappandosi ai propri desideri e a quella libertà collaterale di gesti e parole che la professione concede loro. “ continua su Pb

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Articoli, Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...