Archivi tag: Festa del Cinema

Roma 2015/ The Confessions of Thomas Quick – Brian Hill

The Confessions of Thomas Quick recensione film

“La storia narrata da The Confessions of Thomas Quick è tremenda e geniale: basta solo la trama per far venire voglia di guardare il documentario di Brian Hill, tutto incentrato sulla terribile vicenda di Sture Bergwall, uomo mentalmente instabile che all’inizio degli anni Novanta durante la propria terapia psichiatrica iniziò a confessare di essere l’autore di alcuni fra i più misteriosi casi di omicidio avvenuti in Svezia. Bambini, coppie, ragazzi e ragazze: Bergwall non si faceva remore ad ammettere di averli stuprati e uccisi, a volte sventrandone il corpo, altre arrivando perfino ad assaggiarlo. Le orribili violenze compiute dall’uomo, poi rinominatosi Thomas Quick per offrire un nome più “gradevole” alla stampa, sembravano essere state dimenticate e rimosse nel suo inconscio; finché la terapia nell’ospedale psichiatrico in cui era ricoverato non era riuscita a fargliele tornare in mente” continua su Pb

Lascia un commento

Archiviato in Articoli, Cinema

Roma 2015 / Mistress America – Noah Baumbach

Mistress America recensione film

“Quando Tracy inizia l’università niente è come se l’era immaginato: gli altri studenti la ignorano o l’atterriscono con i loro modi sprezzanti, l’ambito circolo letterario a cui voleva partecipare boccia il suo racconto, il ragazzo con cui sembrava essere nato qualcosa si fidanza con un’altra. Studiare a New York senza avere amici è come starsene in disparte a una festa, perciò al culmine della disperazione a Tracy non rimane che incontrare Brooke, la figlia dell’uomo con cui sua madre sta per sposarsi in seconde nozze. L’incontro è magico, caotico, divertente: Brooke è una trentenne dinamica, le mani in pasta dentro qualsiasi cosa e mille progetti da realizzare, tra cui l’ambito sogno di aprire un ristorante che rappresenti un caldo rifugio familiare dal disordine della Grande Mela. Tracy inizia a seguirla ovunque, la sostiene, ne ascolta le storie logorroiche e gli aforismi pretenziosi, ed è a tal punto affascinata dalla sua strabordante personalità da scrivere un nuovo racconto tutto incentrato sulla sua esistenza.” continua su Pb

Lascia un commento

Archiviato in Articoli, Cinema

Roma 2015/ Monster Hunt – Raman Hui

monster-hunt1È davvero un prodotto onesto, Monster Hunt: onesto nella misura in cui si propone di realizzare i propositi da cui è nato, ovvero piacere a una grossa fetta di pubblico. Non a caso infatti il super blockbuster diretto da Raman Hui è riuscito, grazie alla sua ottima mescolanza di animazione, avventura e fantasy, a diventare in poco tempo il più grande successo della storia del botteghino cinese. Gli elementi alla base del film sono semplici, quasi ingenui, ma organizzati stilisticamente in modo da tener sempre accesa l’attenzione dello spettatore. C’è innanzitutto una grande epica di riferimento: la storia ha inizio in un passato lontano in cui umani e mostri vivevano insieme combattendosi strenuamente, fino alla vittoria finale degli umani e il confinamento dei mostri in una zona separata. Questi ultimi però, dopo un lungo periodo di pace devono affrontare una sanguinosa lotta interna che vede perire il Re dei Mostri con quasi tutti i suoi fedeli; la Regina, incinta dell’erede al trono, e i pochi compagni con lei rimasti, sono costretti a spingersi fin dentro al mondo degli uomini ” continua su Pb

Lascia un commento

Archiviato in Articoli, Cinema