Archivi tag: Insonnia

13/01/07

L’infanzia non ha numeri. È, nel ricordo, un tutt’uno di date, il tempo non è lineare, non esistono i singoli anni. Non mi ricordo cosa ho fatto a 7, 8 anni, rispetto ai 9, non so associare i fatti a un momento specifico, è come se tutto fosse accaduto ininterrottamente. So solo che ero bambina, ma non so quando.
C’è sempre stata la notte, anche nella mia infanzia: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine

Dicevamo, l’insonnia.

Tre giorni di lavoro massacrante e pioggia e ovviamente la sera torni a casa e crolli addormentata. Poi viene il primo giorno della settimana non lavorativo, e tu per festeggiare quel fine settimana in cui non c’avrai un cazzo da fare hai resistito al sonno e ti sei ficcata in una vasca, hai fatto un bagno bollente, ti sei strofinata ogni cm di cellula morta dalla pelle, ti sei incremata, impaccata i capelli e pure fatto una maschera che t’ha pietrificato il viso e ti sei detto, wow, domani posso fare il cazzo che mi pare e manco piove e invece dormi 4 ore. Ti svegli e hai gli occhi sbarrati e non importa quanto ti pulsino le tempie, non dormirai, lo sai già, la stanchezza d’insonnia è sorda, non è gentile come quella dal stare sul punto di addormentarsi. Sei stanca MA non dormi. Nel tuo cervello una parte è rimasta sveglia a pensare, a canticchiare canzoni e se ne sbatte del resto del cranio. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine

Incubi

Ho un problema col sonno. Cosa comune, sì. Sono insonne da anni, per motivi mentali e ambientali, cosicché ho sempre un po’ di sonno ovunque, e capita che andando a trovare la gente, mi addormenti da qualche parte. C’era una volta un ragazzo con cui avevo preso anzi proprio questa abitudine: uscivamo con gli amici, andavamo a casa sua, e mentre loro rimanevano in soggiorno a ridere e scherzare lui mi diceva “vai pure”, ed io entravo nella sua stanza e mi infilavo sotto le coperte, per un po’. Un mio amico tuttora talvolta mi chiama solo per andare a dormire da lui: dopo aver parlato un po’ ci abbracciamo stretti sotto le coperte coi corpi incastrati quasi avviluppati, finché io non mi posso più muovere, e lentamente ci addormentiamo. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine

Per farti un Dispetto + Lievito – Tommaso Di Giulio

Questo è il nuovo singolo del Signor Tommaso Di Giulio, il cui nuovo album da trovatore provenzale un poco insonne e distratto uscirà a primavera di codesto anno.

ma noi siamo banali e asociali e alle feste in maschera rumorose preferiamo le serate in pigiama.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Music

02/04/08

ed é come solo un sogno la notte
vorresti trovare per caso la soluzione magica
per avere l’incomprensibile a parole
che passa però nitido in ogni piega sfumata nei pensieri
ritrovartelo ovvio e naturale a guardarlo dalla sponda del letto come la luce caduta sul tetto scappata dalla finestra mentre s’allunga l’alba

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine