Archivi tag: Ricordo

Empatie Cinematografiche – Tu mi uccidi, tu mi fai del bene (e come si fa poi?)

Immagine

Emmanuelle Riva stupita dalla meraviglia del contatto fisico col corpo del proprio amante in Hiroshima Mon Amour di Alan Resnais.

Io ti incontro e mi ricordo di te. Chi sei tu? Tu mi uccidi. Tu mi fai del bene. Come avrei potuto sapere che questa città era fatta per il mio amore? Come avrei potuto sapere che il tuo corpo si adatta al mio? Tu mi piaci, che avvenimento. Tu mi piaci. Che languore all’improvviso. Che dolcezza, tu non puoi sapere. Tu mi uccidi, tu mi fai del bene. Tu mi uccidi, tu mi fai del bene. Ho ancora tempo, te ne prego: divorami, deformami fino all’orrore. Perché non te? Perché non te in questa città e in questa notte tanto simile alle altre, al punto di rendersi irriconoscibile. Te ne prego.  È pazzesco che tu abbia una bella pelle. (Marguerite Duras)

1 Commento

Archiviato in Cinema, Personale/I Me Mine

27/06/05

una scorciatoia nella realtà
un passaggio segreto
una porta oltre l’immagine
le case cadono il cielo s’abbassa
lo spazio
si libra

ho tentato sempre di scomparirvi
di passare oltre
dove l’immagine è infinita
un
istante
infinito
ti giri e non ci sono più
sono andata là

per non farci morire
le nostre immagini stanno là
molto, molto tempo fa
e tu non l’hai mai saputo
io e te mano nella mano siamo spariti oltre
io e te siamo là
a vivere oltre le cicostanze della realtà
mi sono girata e ho visto andarmene via con te
ho mandato il ricordo di noi nel posto delle cose che sento
oltre la realtà
per non perderti
qui noi non ci siamo più
tu, qui per me, non ci sei più
amore, tu non esisti
tu non esisti, amore mio.

Lascia un commento

Archiviato in Personale/I Me Mine